Introduzione

Milano, capitale della moda, del lusso, degli affari e della nebbia, mostra sempre con timidezza, il suo patrimonio artistico, storico e culturale, ma per il visitatore attento questa città sa essere ospitale ed accogliente pur senza grandeur e ostentazione.
Milano è una città tutta da scoprire, per conoscere i suoi tesori ci vorrebbero giorni e giorni.
I turisti in visita nel capoluogo lombardo sono catturati dalla poesia di certi scorci, palazzine e vetrate di stile liberty, piccole perle architettoniche disseminate un po' dappertutto.


giovedì 26 luglio 2007

Piazza Mercanti

















Antico centro della vita mercantile della città, nella piazza Mercanti
vi pulsava la vita milanese: commercio, giustizia, arbitrati.
Era il luogo di ritrovo di commercianti, artigiani e bottegai,
qui circolava l'eterna ricchezza di Milano.
Oggi raccolta, discreta, apppartata, un angolo della vecchia città
miracolosamente conservato.
Sistemata a partire dal 1251 trovo una forma a quadrilatero chiuso,
con sei porte, i cui nomi, come quelli delle vie adiacenti (Armorari,
Spadari, Cappellari, Orefici) ricordavano le attività economiche della
Milano d'allora.
Al centro della Piazza Mercanti (quella che vediamo oggi è solo la
metà di quella originale), sorgeva il Broletto "Nuovo" (in sostituzione
di quello vecchio a Palazzo Reale) o Palazzo della Ragione (dove i
giudici rendevano "ragione" nelle cause civili e penali).
La piazza gremita dai banchi dei mercanti, dai negozianti cittadini,
serviva in occasioni straordinarie per le pubbliche ordinanze.
Al centro della piazza c'è un pozzo, fino al 1879 posto sull'altro lato,
su via Mercanti, poi rimosso, per l'apertura della via omonima
e restituito al Broletto nel 1921.
In origine aveva funzione di pozzo pubblico.
Chiuso nel 1583, fu rifatto; un ulteriore rifacimento data al 1767.

mercoledì 25 luglio 2007

Duomo (Tiburio e Terrazzi)





















Nella prima metà dell'ottocento, quando fu conclusa la facciata del duomo, si penso al completamento del tetto, procedendo alla costruzione di quella selva di guglie e di pinnacoli che dall'alto guarda tutta Milano.
Questo lavoro fu portato avanti sotto la direzione del Pestagalli.
Giunti sul terrazzo, siamo dominati dalla bella mole del tiburio, che ci appare come un prezioso ricamo di ornati.
Progettato da Giovanni Antonio Amedeo nel 1490, fu compiuto i primi anni del secolo successivo.
Le guglie, ben centotrentacinque, svettano per ogni dove, circondandoci in una fantasmagoria foresta pietrificata.

Teatro alla Scala



















Teatro alla Scala di Milano, citato spesso semplicemente come
La Scala, oltre ad essere uno dei teatri più famosi al mondo
è conosciuto per essere il tempio della lirica;
situato in una delle piazze maggiormente frequentate ed eleganti
della città, l'omonima Piazza della Scala, dalla quale prende
appunto il nome.
Il nome della piazza, a sua volta, si rifà a quello della Chiesa di
Santa Maria alla Scala, eretta nel 1381 e così chiamata in onore
della committente, Regina della Scala moglie di Bernabò Visconti,
che nel 1778 fu demolita proprio per fare spazio al teatro.
L'imperatrice d'Austria Maria Teresa finanziò la costruzione
del teatro e l'autore fu Giuseppe Piermarini, tenace propugnatore
di serene architetture neoclassiche.
La stagione teatrale, uno dei più importanti eventi
della vita mondana milanese, è composta da opera lirica,
balletto e concerti di musica classica.

lunedì 23 luglio 2007

Fontana del Piermarini-Piazza Fontana









Fontana del Piermarini fu la prima fontana di Milano,
comparsa verso la fine del '700 e voluta da
Maria Teresa d'Austria proprio in quel luogo,
dal quale fu sloggiato il "verzee" (mercato ortofrutticolo)
dell'Arcivescovo.
L'opera venne affidata dal conte Carlo di Firmian,
plenipotenziario dell'imperatrice,
a Giuseppe Piermarini (1734-1808),
che dal 1770 era "imperial regio architetto".
Nello splendido progetto egli sarà affiancato
da un altro artista dell'Accademia di Brera,
lo scultore Giuseppe Franchi, autore delle sirene e dei delfini
che ornano la fontana, posta in opera tra il 1781 e il 1782
nell'ambito di un progetto più ampio di risistemazione della piazza.
Lo stile è neoclassico, nobile e sereno, chiaro esempio
della maestria del Piermarini.
La fontana è composta da tre vasche sovrapposte,
in granito rosa di Baveno.
E' situata all'interno di piazza Fontana.
Questa piazza viene ricordata soprattutto per l'attentato
terroristico del 1969, dove una bomba esplosa dentro
la Banca Nazionale dell'Agricoltura causo la morte
di 16 persone e il ferimento di altre 88.

Piazza San Babila













Piazza San Babila è stata a lungo nota come punto
d'incontro favorito della Milano bene.
Un paio di buoni teatri ricordano quei tempi, anche
se ora la gente-che-conta non si sogna nemmeno di apparire in un
posto così affollato.
Il grosso delle architetture che la definiscono risale
agli anni '30 del fascismo.
La grossa fontana in mezzo alla Piazza è viceversa piuttosto recente,
donata alla città da Fiera Milano nel 1997.
La chiesa di San Babila è stata restaurata ai primi del '900, perfetto
esempio di quel tipo di "restauri" che sono invece ricostruzioni
inventate. Ciò non toglie che le sue origini siano antichissime,
rintracciabili all'indietro nel tempo fino al V secolo in cui cadde
l'impero romano.

venerdì 20 luglio 2007

Arengario













L'Arengario è stato costruito negli anni Trenta
su progetto degli architetti Portaluppi, Muzio, Magistretti
e Griffini, e decorato in facciata con
gli altorilievi di Arturo Martini.
Vincitore del concorso del 1937, il progetto per l'Arengario
concludeva il processo di rinnovamento urbanistico
del centro di Milano, impostato dall'architetto Mengoni
che aveva impresso un carattere monumentale all'area attorno al Duomo.
L'Arengario è stato infatti costruito dopo la demolizione
della Manica Lunga di Palazzo Reale completando l'intervento
di realizzazione della nuova piazza Diaz.

Duomo







Il Duomo di Milano, monumento simbolo del capoluogo lombardo,
è dedicato a Santa Maria Nascente ed è situato
nell'omonima piazza nel centro della città.
È una tra le più celebri e complesse costruzioni gotiche del mondo.
Dove ora vi è il Duomo prima sorgevano l'antichissima cattedrale di
Santa Maria Maggiore e la Basilica di Santa Tecla.
Il Duomo fu costruito per volere dell'arcivescovo Antonio da Saluzzo
e del signore di Milano Gian Galeazzo Visconti.
Nel 1418 fu consacrato l'altare maggiore, da papa Martino V.
La facciata, attualmente in fase di restauro, è stata completata
per volere di Napoleone, fattosi incoronare Re d'Italia
proprio in Duomo nel 1805:
la parte inferiore era stata già impostata nel corso del '600,
i finestroni di disegno classico nel '700, mentre le finestre
di stile gotico e il completamento della parte superiore
sono opera degli architetti incaricati da Napoleone.
Proprio questa commistione di stili diversi suscita aspre critiche
nel corso dell'800: si giunge così all'indizione
di un concorso per una nuova facciata,
vinto dall'architetto Brentano, tuttavia al concorso
non segue alcun esito pratico, e le porte vengono pertanto
inserite nella facciata preesistente,
a partire dai primi del '900.
Si può dire perciò che la costruzione sia durata
ininterrottamente fino a noi, e in fondo
ancora non è terminata.

giovedì 19 luglio 2007

Idroscalo













Bacino alimentato da acque sorgive e da quelle provenienti
dal Naviglio Martesana, Idroscalo nasce con la funzione
di aeroporto per idrovolanti.
Viene così inaugurato il 28 ottobre 1930.
Parallelamente, però, prende piede l’utilizzo spontaneo dell'Idroscalo
come luogo di ritrovo, ritenuto particolarmente idoneo per le attività sportive.
Alla fine degli anni Trenta, dimenticati gli idrovolanti,
era già la spiaggia di Milano.
Fra gli sportivi che frequentano Idroscalo, i canottieri, in particolare,
trovano in questo bacino pulito e poco profondo un campo di gara ideale,
tanto che nel 1934 vengono organizzati i Campionati Nazionali di Canottaggio
nel 1938 i Campionati Europei.
Nel 2003, per la prima volta, i Campionati Mondiali.
Parallelo allo sviluppo delle attività sportive
corre l'incremento del verde attorno al bacino.
Al 1938 risalgono i primi interventi, successivamente ampliati
con il grande rimboschimento effettuato negli anni 1957 e 1958.
Nel 1960 l'Idroscalo entra nell'immaginario collettivo e nella storia del cinema:
lungo le sue rive, infatti, viene ambientata la sequenza più celebre
del film "Rocco e i suoi fratelli", il capolavoro
del celebre regista Luchino Visconti.
Negli anni Novanta, il parco dell'Idroscalo è il consolidato luogo di ritrovo
estivo a Milano e dintorni.

mercoledì 18 luglio 2007

Arco della Pace



L’Arco sorge nel centro della vasta Piazza Sempione.
Venne iniziato nel 1807 ; nel 1833 è stato dedicato alla pace.
Lo stesso imperatore Ferdinando I d’Austria lo volle
inaugurare il 10 settembre 1838.
L’elemento più spettacolare della ricca decorazione
Dell’Arco, alto 25 metri, è la Sestigia della Pace, un bronzo di
Abbondio Sangiorgio.

martedì 17 luglio 2007

Cimitero Monumentale





Il Cimitero Monumentale sorge nella zona nord-ovest
della città nel 1866.
La realizzazione rispondeva a esigenze di tipo igienico- urbanistico
conesse agli insufficienti luoghi di sepoltura;
e all’intenzione di dare alla comunità un luogo rappresentativo
che coniugasse il culto dei defunti con le istanze celebrative.
Incorpora diversi stili: il gotico- pisano
con il romanico-lombardo e con inserti bizantineggianti.

lunedì 16 luglio 2007

Grattacielo Pirelli









Dal 1978 sede della Regione Lombardia, è forse la più
prestigiosa realizzazione dell’architettura milanese del
dopoguerra.
Costruito fra 1955 e 1960 da Giò Ponti e associati, domina piazza
Duca d’Aosta.
Con i suoi 127 metri di cemento armato, e con l’elegante e
caratteristica forma a estremità rastremate è uno dei più celebri
simboli di Milano e il secondo grattacielo più alto d’Italia.

Volete scrivere un'articolo?

Ho appena istituito un wiki http://milanocittadarte.wetpaint.com/ per darvi la possiblità di collaborare e grazie al vostro aiuto di migliorare il blog.

Da oggi Milano città d'arte è anche su facebook!

Iscriviti anche tu al gruppo e lascia i tuoi commenti!
http://www.facebook.com/group.php?gid=40447089534