Introduzione

Milano, capitale della moda, del lusso, degli affari e della nebbia, mostra sempre con timidezza, il suo patrimonio artistico, storico e culturale, ma per il visitatore attento questa città sa essere ospitale ed accogliente pur senza grandeur e ostentazione.
Milano è una città tutta da scoprire, per conoscere i suoi tesori ci vorrebbero giorni e giorni.
I turisti in visita nel capoluogo lombardo sono catturati dalla poesia di certi scorci, palazzine e vetrate di stile liberty, piccole perle architettoniche disseminate un po' dappertutto.


martedì 4 settembre 2007

Parco delle basiliche










Il Parco delle Basiliche si chiama così per la vicinanza della Basilica
di San Lorenzo e della Basilica di Sant'Eustorgio.
La sua storia inizia nel 1934, quando il Piano Regolatore prevede
di riqualificare dei terreni paludosi nel retro di San Lorenzo,
e abbattere alcuni edifici che circondavano la basilica, creando
l'attuale spazio tra essa e le omonime colonne romane,
e la piazza Vetra sul suo retro.
Nell'antichità in questo spazio confluivano diversi corsi d'acqua
che andavano poi a riversarsi nei Navigli.
A testimonianza dell’antico corso di questi fiumi, ci sono oggi
presso la Vetra i resti di due ponti del III e XIV secolo.
Dal 1045 al 1840 la piazza fu il luogo destinato alle pubbliche
esecuzioni e supplizi, caratterizzato dalla presenza del patibolo;
sopra al canale della Vettabia vi era un ponticello chiamato
"dei sospiri" dove passavano i condannati all'impiccagione.
In questa zona sorgevano nel medioevo le botteghe dei conciatori,
detti "vetraschi", che secondo alcuni diedero il nome alla piazza;
secondo altri, "vetra" deriverebbe invece dal latino "castra vetera",
gli antichi accampamenti militari romani che dovevano esservi
in prossimità dei palazzi imperiali.
Il parco, che ha forma allungata, si snoda con andamento parallelo
al corso di P.ta Ticinese, collegando le due splendide Basiliche.
Contrariamente alla tradizione che vuole un grande prato verde
davanti alle chiese romaniche, il parco si sviluppa intorno alle parti
absidali delle basiliche, mettendone in risalto i volumi architettonici.
Il parco venne progettato nel dopoguerra, dagli architetti
Bagatti Valsecchi e Grandi recentemente risanato è contornato
da locali molto frequentati che d'estate offrono la possibilità di gustare
un aperitivo all'aperto.
Si estende su una superficie di 40.000 metri quadrati.

Nessun commento:

Volete scrivere un'articolo?

Ho appena istituito un wiki http://milanocittadarte.wetpaint.com/ per darvi la possiblità di collaborare e grazie al vostro aiuto di migliorare il blog.

Da oggi Milano città d'arte è anche su facebook!

Iscriviti anche tu al gruppo e lascia i tuoi commenti!
http://www.facebook.com/group.php?gid=40447089534